La presente ricerca  è stata presentata settimana scorsa al prestigioso meeting annuale della American Society of Plastic Surgeons (ASPS).

I pazienti che hanno partecipato all’interessante ricerca si sono sottoposti ad un intervento di chirurgia estetica di liposuzione (per aspirare il grasso in eccesso) o all’addominoplastica (per rimuovere tessuto cutaneo e adiposo in eccesso). Questi potrebbero veder modificato il loro metabolismo che diventa meno soggetto a malattie cardiovascolari e altre patologie. È quanto emerge da uno studio su 322 pazienti.

Secondo la ricerca svolta a Kansas (USA), la riduzione dei livelli di trigliceridi circolanti e la conta dei leucociti dopo la procedura di liposuzione hanno evidenziato un effetto positivo sulla riduzione delle sistemica dello stato infiammatorio, e potrebbe chiarire il ruolo del grasso sottocutaneo in relazione a quello viscerale per quanto riguarda i meccanismi di malattia e di diabete di tipo 2.

La ricerca ha dimostrato che i pazienti con livelli di trigliceridi normali non ha subito alcun cambiamento significativo dopo la liposuzione. Tuttavia, i pazienti con livelli di maggiore di 150 mg / dL hanno dimostrato una riduzione del 43%. In effetti, il 62% di questi pazienti i cui livelli sono stati a rischio prima di liposuzione aveva livelli normali dopo la liposuzione. Livelli di trigliceridi superiori a 150 mg/dL sono associati ad un aumento del rischio di diabete di tipo 2, l’ictus, malattia coronarica e malattia vascolare periferica.

I ricercatori hanno esaminato i dati di 270 donne e 52 uomini che hanno in programma una liposuzione. ll 22% erano considerati obesi. Nello studio, 229 sono stati sottoposti alla liposuzione tumescente e 89 sottoposti a liposuzione combinata con addominoplastica. Sono stati eseguiti gli esami del sangue pre operatori a digiuno e nella fase post operatoria dopo 1 e 3 mesi.

Tra i pazienti sottoposti a sola procedura di liposuzione, i livelli medi di trigliceridi è diminuito del 26% (P <.05). Di questo gruppo, il 37% ha presentato con livelli elevati di trigliceridi prima dell’intervento; questa proporzione è scesa al 18% dopo la procedura (P <.001). Pazienti sottoposti a liposuzione con addominoplastica hanno sperimentato risultati meno entusiasmanti.

Il risultato di questo studio ha focalizzato un interessante effetto “collaterale” della liposuzione e dell’addominoplastica. Le procedure riducono il grasso nel corpo modificando l’equilibrio massa magra / massa grassa e procurando un rilevante miglioramento dei trigliceridi nel sangue.